Cosa bisogna sapere sul Coronavirus (Italienisch)

Con il loro comportamento tutti e ciascuno possono contribuire a proteggere dal coronavirus sé stessi, persone anziane e persone indebolite da precedenti malattie. La politica ha messo in atto misure volte a contenere la diffusione del virus, a prevenire il sovraccarico del sistema sanitario e ad ammortizzare le conseguenze economiche della pandemia. Il Governo federale informa su diversi canali e in diverse lingue sullo stato attuale del coronavirus. Qui sono raccolte le principali informazioni.

Salute e consigli di comportamento

Le seguenti regole restano valide: ridurre al minimo i contatti con gli altri, limitandosi a frequentare una stessa cerchia di persone.

Resta importante osservare le seguenti regole: Mantenere una distanza interpersonale di almeno 1,5 metri, lavarsi le mani, coprirsi naso e bocca con una mascherina e arieggiare regolarmente gli ambienti. Nei mezzi pubblici e nei negozi vige l'obbligo di indossare mascherine di protezione del tipo medicale, vale a dire mascherine da sala operatoria oppure mascherine per la protezione delle vie respiratorie rispondenti allo standard FFP2.

Regolari test corona: I test rapidi corona sono uno strumento importante per consentire una maggiore normalità della vita quotidiana e contatti sociali sicuri. Tutte le persone in Germania possono, a partire dal aprile del 2021, fare gratuitamente un test rapido alla settimana. Le imprese sono obbligate a offrire due possibilità di test alla settimana ai propri dipendenti che non lavorino esclusivamente da casa.

Maggiori informazioni sulla salute e sulle norme di comportamento sono disponibili presso il Ministero federale della salute.

Scarica insieme a milioni di altre persone in Germania la Corona-Warn-App del Governo federale. Più persone collaborano, più l’app riesce a tutelarci con efficacia.

Coronavirus SARS-CoV-2 – Informazioni e indicazioni pratiche
(Fonte: Ministero federale della salute)

Per Ritornare alla quotidianità - con la Corona-Warn-App per la Germania
(Fonte: l’Incaricata del Governo Federale per la migrazione, i rifugiati e l’integrazione)

Vaccino corona

Con una vaccinazione corona contribuite a proteggere voi stessi, la vostra famiglia e le persone più a rischio. Tutti coloro che hanno la loro residenza in Germania oppure il loro soggiorno regolare come anche coloro che lavorano in determinate strutture di cura in Germania, senza essere residenti, hanno diritto alla vaccinazione.

La vaccinazione è volontaria e gratuita e si svolge in centri di vaccinazione e ambulatori medici. Al numero verde 116 117 potete ricevere informazioni su dove e quando potete essere vaccinati. 

I vaccini sono stati sottoposti ad accurata verifica della tollerabilità, sicurezza ed efficacia. Anche dopo la vaccinazione vale: mantenere la distanza e indossare la mascherina!

Vita quotidiana e pubblica

Il cosiddetto "Freno di emergenza" concordato tra Governo il federale e quelli dei Länder, che presumibilmente scade il 30 giugno 2021, in presenza di incidenze superiori a 100 prevede le seguenti misure. Nei singoli Länder possono essere previste anche norme più restrittive. In presenza di un'incidenza superiore a 100 valgono le regole stabilite dai Länder. Per informazioni consultare le pagine web dei rispettivi governi dei Länder.
https://www.bundesregierung.de/breg-de/themen/coronavirus/corona-bundeslaender-1745198

Qualora in un Landkreis, o in una città esente da Landkreis (kreisfreie Stadt), in tre giorni successivi, il numero delle nuove infezioni fosse superiore a 100 ogni 100.000 abitanti negli ultimi 7 giorni (incidenza superiore a 100), in esso valgono automaticamente regole più rigorose:

  • Incontri privati: 1 gruppo di persone che convivono possono riunirsi al massimo con 1 ulteriore persona, all'aperto o al chiuso (bambini fino a 14 anni non si contano).
  • Coprifuoco: non lasciare l'abitazione tra le ore 22 e le ore 5. Eccezioni: passeggiate o sport individuali fino alle ore 24 oppure una ragione importante (lavoro, emergenza medica).
  • Restano aperti i negozi di alimentari e di beni urgenti di prima necessità (farmacia, ottico, drogheria, posta, banca, librai e negozi di giardinaggio). Tutti gli altri negozi possono essere visitati solo con un appuntamento e test negativo e devono chiudere a partire da un'incidenza oltre 150.
  • Scuole e asili: in caso di lezioni in presenza, insegnanti e scolari devono fare 2 test alla settimana. In caso di incidenza oltre 165 non è ammesso svolgere lezioni in presenza (possibile eccezione: classi finali) e non è ammesso il servizio regolare negli asili.
  • I parrucchieri restano aperti, ma serve il test con risultato negativo.
  • Gli esercizi della gastronomia restano chiusi. Possibili il servizio da asporto e con consegna.
  • Le strutture del tempo libero e culturali restano chiuse (p. es. cinema, teatri e musei).
  • Sono consentiti i servizi religiosi in chiese, sinagoghe o moschee, ma con vincoli: distanza minima 1,5 metri, obbligo di indossare una mascherina medicale anche sul posto, vietati i canti della comunità.

Questi provvedimenti valgono fino a che l'incidenza nel periodo di 5 giorni feriali successivi non è scesa sotto 100. Da tenere assolutamente presente: in presenza di un'incidenza inferiore a 100 valgono le regole e le limitazioni vigenti nel Bundesland nel quale soggiornate.

Novità a partire da maggio 2021: per coloro che sono vaccinati contro il coronavirus, oppure che siano guariti dal Covid da non oltre sei mesi, valgono meno limitazioni: possono incontrare un numero a piacere di altre persone vaccinate o guarite e non entrano nel conteggio per il numero massimo di riunioni con persone non vaccinate. Non sono sottoposti al coprifuoco e hanno pari diritti a coloro che hanno un test negativo (p. es. in negozi, per il parrucchiere oppure nell'ingresso nel Paese al rientro da viaggi).

Anche l'obbligo di quarantena dopo l'ingresso nel Paese da viaggi decade. Eccezioni: resta in vigore la quarantena di 14 giorni al rientro da viaggi in aree colpite da variante virus.

Come documento della guarigione vale un test di laboratorio (PCR, PoC-PCR) non più recente di 28 giorni e non non più vecchio di 6 mesi. La vaccinazione completa deve essere stata terminata da oltre 14 giorni.

Lavoro e denaro

La tutela contro il licenziamento rimane in vigore anche durante la pandemia corona. Se il datore di lavoro ha ridotto l’orario di lavoro, si ha il diritto a ricevere un’indennità causa lavoro ridotto (CIG), per un periodo fino a 24 mesi. L’importo può ammontare fino all’87 della perdita salariale. Das Ministero federale per il lavoro e gli affari sociali risponde in più lingue alle questioni di diritto lavorativo.

Il datore di lavoro deve permettere ai sui dipendenti di lavorare in homeoffice, se non vi sono ragioni aziendali cogenti che si oppongano. I dipendenti devono accettare tali offerte, qualora non vi siano ragioni contrarie.

Ci sono anche sostegni per aziende, indipendentemente dalle loro dimensioni. Ci sono crediti, finanziamenti e esenzioni fiscali. Tutte le informazioni sono disponibili presso il Ministero federale dell’economia e dell’energia.

Gli studenti che si trovino in gravi condizioni economiche possono richiedere un finanziamento all'ente studentesco. Questo può ammontare a fino a 500 al mese. Inoltre c'è il finanziamento per gli studi di KfW, anche per studenti stranieri.

Entrare e uscire dal Paese

In generale: si dovrebbero evitare viaggi non assolutamente necessari. I singoli Stati, anche all’interno dell’UE, hanno la facoltà di limitare ulteriormente le entrate in Germania oppure disporre un periodo di quarantena per chi vi entra. Per favore, prima di un viaggio informarsi sulle attuali limitazioni all'ingresso in Germania e sui controlli di frontiera presso il Ministero federale degli affari esteri e presso il Ministero federale dell'interno.

Tutti coloro che rientrano in Germania da un'area a rischio, a incidenza elevata o con presenza di varianti devono compilare una Segnalazione di ingresso  digitale. Per consultare un elenco aggiornato quotidianamente del Paesi classificati come tali, vedere al sito  Robert Koch Institut.

Tutti coloro che rientrano con un volo oppure da un'area a incidenza elevata o con presenza di varianti, prima dell'ingresso nel Paese devono essere in possesso di un test con esito negativo. Tutti coloro che rientrano nel Paese da aree a rischio devono presentare il test con esito negativo entro le 48 ore successive all'ingresso nel Paese. Dopo l'ingresso nel Paese tutti devono, per principio, rispettare la quarantena domestica di 10 ovvero 14 giorni, qualora rientrino da un'area con presenza di varianti.

Novità a partire da maggio 2021: persone con test Corona negativo, vaccinazione completa oppure persone già guarite da un'infezione Covid non devono rispettare la quarantena dopo l'ingresso nel Paese da un'area a rischio. Tutti coloro che entrano nel Paese da un'area a elevata incidenza e hanno un test negativo devono rispettare una quarantena di 10 giorni, che, a partire dal 5° giorno, possono abbreviare con un ulteriore test negativo. Persone con vaccinazione completa oppure persone già guarite da un'infezione Covid devono sottoporsi al test prima dell'ingresso nel Paese solo in caso di rientro da un'area con presenza di varianti. Per leggere tutti gli avvisi sul rientro in Germania consultare il sito Bundesministerium für Gesundheit

Tutela dalla violenza

Una situazione eccezionale per tutta la famiglia - Consigli per prevenire la violenza domestica a causa delle limitazioni dei contatti nel periodo del coronavirus PDF, 500 KB, barrierefrei
(Fonte: Die Beauftragte der Bundesregierung für Migration, Flüchtlinge und Integration und Ethno-Medizinisches Zentrum e.V., L'incaricata del Governo federale per la migrazione, i rifugiati e l'integrazione come anche il Centro di medicina etnica e. V.)